PDF- ulisse gennaio 2019, numero 23 -gavin rain - Art Style - Calendar Girl. Gennaio - Febbraio - Marzo - Audrey Carlan

di recitare il ruolo della fidanzata per 12 mesi

Description

Il libro

Gennaio,

Los Angeles,

uno sceneggiatore con un corpo sexy quanto la sua mente

Febbraio,

Seattle,

un artista francese in cerca della sua musa

Chicago,

un ex pugile imprenditore dal cuore spaventato

Avevo bisogno di soldi,

In ballo c’era la vita di mio padre

Io però non avevo un centesimo,

per arrivare a fine mese facevo la cameriera

Non avevo un amore e,

non ci credevo neanche più tanto

Le mie storie fino ad allora erano state solo fonti di guai e delusioni

Mi hanno offerto un lavoro

Recitare il ruolo della fidanzata di uomini di successo

In pratica per un mese dovevo fingere di essere la loro compagna davanti agli occhi di tutti e in cambio ognuno di loro sarebbe stato disposto a pagarmi centomila dollari

12 mesi,

12 città,

Più di un milione di dollari

Il sesso,

non faceva parte degli accordi

Quello dipendeva e dipende sempre solo da me

L’amore neanche quello faceva parte del piano

Ma intanto quello non dipende da nessuno

Sono tutti uomini da sogno

Che poi sono persone

Intriganti,

Loro hanno scelto me

Per un mese sono entrati nella mia vita

Tutti mi hanno lasciato qualcosa

E uno mi sta chiedendo di cambiare le regole del gioco

Ho intrapreso questo viaggio perché era l’unico modo per salvare la vita di mio padre

Mi sono fidata,

ho buttato il cuore oltre l’ostacolo

Ed è iniziata la favola

Il viaggio ha salvato la mia,

Trust the journey,

L’autrice

Audrey Carlan è un’autrice bestseller

Con Calendar girl ha venduto milioni di copie e conquistato le classifiche americane

Vive con il marito e due figli nella California Valley e ogni giorno si innamora dell’amore

com/AudreyCarlan #trustthejourney

Audrey Carlan

CALENDAR GIRL Gennaio,

Febbraio,

Traduzione di Teresa Albanese,

Eloisa Banfi e Bianca Noris

Calendar Girl Gennaio,

Febbraio,

Dedicato a:

Gennaio GINELLE BLANCH Sei stata con me fin dall’inizio… Le tue letture critiche mi hanno salvato centinaia di volte

Grazie per aver creduto in me,

e averle amate come io amo te e tutte le cose che scrivi

Namasté,

Febbraio JEANANNA GOODALL Un anno fa ho pubblicato il mio primo romanzo

Fin dall’inizio sei stata la mia cheerleader,

Ora ho l’onore di chiamarti mia amica

Ami i miei personaggi come se fossero tuoi,

e mi aiuti a non perdere il contatto con le loro emozioni

Sei piena di qualità e talenti,

e io ti sono così grata di condividerli con me

Amore e luce

Marzo HEATHER WHITE Mia è a Chicago a causa tua

Anche tu hai lasciato ciò che era familiare e sei partita per un viaggio

Le pagine di Marzo mostrano quanto sia meraviglioso correre rischi

A volte possono cambiarti la vita,

anche trasformarla da cima a fondo

E quasi sempre ne vale la pena

Sei bellissima e io sono troppo felice di averti nella mia vita

GENNAIO

Il vero amore non esiste

Per anni ho pensato di sì

Pensavo addirittura di averlo trovato

Quattro volte,

Vediamo,

nell’ordine c’erano stati… Taylor

Il mio fidanzatino delle superiori

Eravamo stati insieme dal primo all’ultimo anno

Lui era un campione di baseball

Il migliore che la scuola avesse mai avuto

Grosso,

tutto muscoli e niente cervello,

e un coso grande come una nocciolina

Forse per tutti gli steroidi che prendeva di nascosto

Mi aveva mollato la sera del diploma

Era scappato con la mia verginità e la capo cheerleader

Avevo sentito che aveva mollato il college per lavorare come meccanico in qualche buco di città,

con due bambini e una moglie che aveva smesso di fare il tifo per lui

Poi c’era stato l’assistente del mio primo corso di psicologia al Las Vegas Community College

Si chiamava Maxwell

Pensavo che quel ragazzo avesse il potere di camminare sull’acqua

In realtà mi aveva camminato sul cuore scopandosi una ragazza per ogni corso in cui insegnava

Più che cervelli,

Buon per lui

Aveva finito per mettere incinte due studentesse in una volta,

e a quel punto era stato cacciato dal college per cattiva condotta

Giovanissimo,

aveva già due mamme in erba che pretendevano da lui gli alimenti

In fondo,

in tutto ciò c’era una sorta di giusta ricompensa

Grazie al cielo,

gli avevo sempre chiesto di mettersi il profilattico prima di infilarmelo

A vent’anni mi ero presa una pausa

Avevo passato tutto l’anno

a servire ai tavoli in un casinò sullo Strip di Las Vegas

Era stato lì che avevo incontrato il fortunato numero tre,

Peccato che io non fossi stata fortunata per niente,

Era un baro,

All’epoca diceva che faceva il rappresentante,

Avevamo avuto una turbinosa storia d’amore,

in cui di amore non ce n’era affatto

Penso di aver passato buona parte del tempo ubriaca e stesa sotto di lui,

ma insomma… ero convinta che mi amasse

Non faceva che dirmelo

Per due mesi c’eravamo ubriacati

nuotavamo nella piscina dell’albergo e scopavamo tutta la notte in una delle stanze che riuscivo a farmi prestare dalla mia amica che faceva le pulizie

Servivo a lui e ai suoi amici drink gratis al bar,

e quasi tutte le notti le passavamo insieme

Funzionava

Finché non aveva smesso di funzionare

Benny era stato beccato a contare le carte ed era scomparso

Per il primo anno della sua scomparsa,

Poi avevo scoperto che era stato quasi ammazzato di botte

Aveva passato un po’ di tempo in ospedale e alla fine aveva lasciato la città,

piantandomi in asso senza una parola

L’ultimo errore era stato,

la goccia che aveva fatto traboccare il vaso

La ragione per cui mi ero convinta che il vero amore era un’invenzione delle aziende di biglietti d’auguri e di chi scrive romanzi e commedie romantiche

Si chiamava Blaine,

ma avrebbe dovuto chiamarsi Lucifero

Era un suadente uomo d’affari

Uso il termine uomo d’affari in senso lato

In realtà,

Lo stesso strozzino che aveva prestato a mio padre più soldi di quanti gliene avrebbe mai potuti restituire

Prima aveva fregato me,

Allora pensavo che il nostro amore fosse una favola

Blaine mi aveva promesso il mondo e mi aveva consegnato l’inferno

«Per questo penso che dovresti accettare l’offerta di tua zia,

» La mia migliore amica,

Ginelle,

masticava rumorosamente il chewing-gum nella cornetta,

Staccai l’orecchio dal telefono

«È l’unica,

come pensi di tirar fuori tuo padre da questo casino con Blaine e i suoi scagnozzi

?» Bevvi d’un fiato l’acqua fredda,

mentre il sole della California trasformava le gocce in schegge di luce sulla superficie della bottiglia

«Non so cosa fare,

Non ho tutti quei soldi

In realtà non ho un soldo che sia uno

» Sospirai,

il che suonò troppo drammatico persino alle mie orecchie

«Senti,

sei sempre stata innamorata dell’amore…» «Ora non più

!» ricordai alla mia migliore amica da una vita

Attraverso il telefono mi giungevano i rumori di Las Vegas

Le persone pensano che il deserto sia un posto silenzioso

Ciò non vale per lo Strip

Le slot machine tintinnavano e le campanelle suonavano monotone,

Era davvero impossibile sfuggire

«Lo so,

» Armeggiò con il cellulare,

«Ma il sesso ti piace,

?» «Non sono la Barbie,

Ed è come la matematica,

Ti prego,

Io muoio qui

» O meglio,

se non avessi trovato il modo di racimolare un milione di dollari,

sarebbe stato mio padre a morire

Ginelle sospirò e fece schioccare il chewing-gum

«Insomma,

se accettassi di lavorare come escort,

dovresti solo farti bella e scopare un sacco,

? Sono mesi che non batti chiodo

Potresti anche divertirti,

?» Solo Ginelle poteva far sembrare quello della escort di alto bordo un lavoro da sogno

«Non siamo in Pretty Woman,

» Mi avviai verso la mia moto,

che io chiamavo semplicemente Suzi

Era l’unica cosa di valore che possedevo

Mentre la inforcavo,

sistemai il telefono e misi il vivavoce

Divisi la pesante matassa dei miei lunghi capelli neri in tre ciocche e le annodai agilmente in una spessa treccia

«Senti,

e in verità non ho idea di come farò

Non sono una puttana

O almeno non voglio esserlo

» Il solo pensiero mi dava i brividi

«Ma qualcosa devo inventarmi

Devo fare un sacco di soldi,

» «Sì,

Fammi sapere come va l’incontro con la Exquisite Escorts

Chiamami stasera,

» La sua voce diventò affannata

Me la immaginavo attraversare il casinò per correre al lavoro,

il telefono attaccato all’orecchio,

fregandosene di chi la guardava pensando che fosse una pazza

Era questo che la rendeva così speciale

Lo disse come se fosse… una cosa di tutti i giorni

Come se per me fosse normale

Ginelle lavorava al Dainty Dolls Burlesque Show di Las Vegas

Era davvero una bambola,

come diceva il nome dello spettacolo,

ed era brava ad agitare il sedere

Uomini da tutto il mondo venivano a guardare quello spettacolo osé sullo Strip

Eppure,

non guadagnava abbastanza per tirare fuori dai guai me e mio padre,

anche se non glielo avrei mai chiesto

«Okay,

mentre mi infilavo la treccia nel colletto della giacca di pelle in modo che mi ricadesse sulla schiena

«Io di più,

» Girai la chiave dell’accensione,

feci rombare il motore e mi infilai il casco

Lasciai scivolare il telefono nella tasca,

diedi gas e partii verso un futuro che non volevo,

ma che non avevo modo di evitare

«La mia bambina adorata

!» esclamò mia zia stringendomi tra le braccia ossute

Per essere così magra,

I capelli neri erano raccolti in un elegante chignon a conchiglia

Indossava una camicetta bianca morbida come la seta,

probabilmente perché era di seta

Era infilata in un’audace gonna di pelle nera,

accompagnata da quei vertiginosi tacchi con la suola rossa tanto

decantati sull’ultimo numero di “Vogue”

Era uno schianto

E soprattutto,

«Zia Millie,

è così bello vederti» cominciai,

ma due dita dalle lunghe unghie laccate di rosso sangue mi zittirono

Schioccò la lingua

» Alzai gli occhi al cielo,

ma lei mi fulminò con lo sguardo

«Tanto per cominciare,

È scortese,

» Strinse le labbra in una linea dura

«Secondo…» Mi girò intorno,

valutandomi come se fossi un’opera d’arte,

Qualcosa di freddo e impenetrabile

Forse lo ero davvero

Teneva in mano un ventaglio di pizzo nero che apriva e chiudeva e poi picchiettava contro il palmo aperto durante la valutazione

«… non chiamarmi mai Millie

Quella donna se n’è andata tanto tempo fa,

è morta quando il primo uomo di cui si fosse mai fidata le ha fatto a pezzi il cuore e l’ha dato in pasto ai cani

» Era un’immagine un po’ brutale,

ma zia Millie era una che diceva le cose come stavano

«Su il mento

» Mi diede un colpetto sotto il mento,

costringendomi a correggere subito la postura

Poi fece lo stesso con il lembo di pelle nuda e sensibile alla base della schiena,

dove la maglietta aderente si fermava prima dei jeans attillati che adoravo

Mi raddrizzai subito,

Il suo sorriso rosso fuoco si allargò,

mostrando denti sbiancati e perfettamente dritti

I denti sono la cosa migliore che i soldi possano comprare e rappresentavano una spesa fissa per le ragazze ricche di Los Angeles

Non potevo fare pochi passi senza imbattermi in qualcuno che vedeva il suo dentista più di quanto fosse necessario dal punto di vista medico,

ma sempre meno di quanto vedevano il dermatologo per l’iniezione mensile di Botox

Zia Millie doveva essere una cliente fissa della clinica odontoiatrica

Ma bisognava dire che,

«Non c’è che dire,

Lo sarai ancora di più

quando ti avremo fatto indossare qualcosa di presentabile e ti avremo fatto gli scatti di prova

» Contrasse il viso in un ghigno mentre osservava la mia acconciatura da biker

Feci un passo indietro e andai a sbattere contro una poltrona di cuoio

«Non ho ancora accettato

» Millie strinse gli occhi,

«Non hai detto che hai bisogno di tanti soldi e subito

? Che quel buono a nulla di mio cognato è all’ospedale,

?» Si sedette lentamente,

accavallò le gambe e posò con grazia i gomiti sui braccioli di pelle bianca della poltrona

A zia Millie mio padre non era mai piaciuto

Era un peccato,

perché lui aveva fatto quel che poteva come padre single,

soprattutto dopo che la sorella di lei,

aveva abbandonato le sue due figlie

All’epoca avevo dieci anni

Madison ne aveva cinque,

e oggi non ha un solo ricordo di mia madre da conservare

Mi morsi il labbro e la fissai

Ci assomigliavamo tanto,

a parte i piccoli ritocchi a cui lei si era sottoposta: avevo l’impressione di vedere me stessa in uno specchio,

I suoi occhi erano dello stesso verde chiaro,

che da sempre faceva impazzire la gente in cui mi imbattevo

Verde ametista,

Sembrava di guardare in un raro diamante verde

I nostri capelli avevano la stessa identica sfumatura di nero corvino,

tanto che quando erano colpiti dalla luce sembravano blu scuro

Mi sedetti sulla scomoda poltrona e,

stavolta papà si è messo seriamente nei guai con Blaine

» Millie chiuse gli occhi e scosse la testa

Mi morsi il labbro al ricordo di mio padre pallido e smagrito,

il corpo interamente coperto di lividi,

mentre giaceva esanime sul letto d’ospedale

«Adesso è in coma

Quattro settimane fa gliele hanno date di santa ragione

Non si è ancora svegliato

I medici pensano che potrebbe essere il trauma cranico,

Ha un sacco di ossa rotte

È ancora tutto ingessato» conclusi

«Accidenti

Che animali» mormorò e si passò la mano tra i capelli,

sistemandosi una ciocca dietro l’orecchio

Millie era una campionessa della manipolazione e sapeva controllare le sue emozioni meglio di chiunque avessi mai conosciuto

Le invidiavo quel talento

Ne avrei avuto un gran bisogno

E la settimana scorsa,

uno degli scagnozzi di Blaine è venuto a trovarmi

Ha detto che per papà era finita

Che se non recuperavano i soldi,

Poi sarebbero venuti a chiedere il denaro a me e a Maddy

Lo chiamano “il debito del sopravvissuto”

Qualcosa del genere

In ogni caso,

devo trovare un milione di dollari,

» Zia Millie strinse le labbra e picchiò più volte l’unghia dell’indice contro il pollice

Quel gesto incessante mi fece quasi impazzire

Come poteva essere così calma,

e la vita della mia sorellina erano appese a un filo

Di mio padre non le importava niente,

ma per me e Madison aveva sempre avuto un debole

Puntò gli occhi nei miei

Scintillavano di un’eccitazione che non avevo mai visto

«Si può fare,

Pensi che ti concederebbero un anno,

?» Mi lanciò uno sguardo interrogativo,

Mi si accapponò la pelle,

e tirai indietro le spalle in una mossa difensiva

«Non lo so

Di sicuro Blaine vuole i soldi,

e dato che un po’ di tempo fa siamo stati insieme potrei supplicarlo

Quello stronzo pervertito e sadico è sempre stato contento di vedermi in ginocchio

» «Tieni per te le tue scappatelle,

«A quanto pare,

devo metterti subito al lavoro

Solo i clienti più danarosi

Bisogna che ci diamo da fare

Devi venire qui

domani mattina presto per le foto

Sarai impegnata tutto il giorno

Scatteremo primi piani,

Il giorno dopo farò mettere il materiale sul sito con accesso sicuro

» Stava succedendo tutto così in fretta

Le parole “si può fare” mi risuonavano nelle orecchie: erano un’ancora di salvezza,

circondata da squali ma ancora galleggiante

«Ma devo andarci a letto

so che ci sono diversi tipi di escort

» Chiusi gli occhi in attesa della risposta finché non sentii qualcosa di caldo che mi stringeva le dita

Mi aveva preso le mani tra le sue

«Bambolina,

non devi fare niente se non vuoi

Ma per raggiungere una cifra di quel tipo,

dovresti almeno farci un pensierino

Io e i miei clienti abbiamo un accordo non scritto

Se le mie ragazze vanno a letto con loro,

viene aggiunto il venti per cento al loro compenso

Ma questo non ha niente a che fare con me e con i miei servizi

» Millie si toccò il mento con l’indice

«Le mie ragazze devono pur ricevere qualcosa per il disturbo,

?» Strizzò l’occhio

Annuii poco convinta,

perché non sapevo cosa pensare,

«Ti prenoterò per un mese alla volta

È l’unico modo di avere uno stipendio mensile a sei cifre

» I suoi occhi verdi si illuminarono

Mi venne quasi da pensare che avrebbe potuto essere facile,

se avessi tenuto la mente aperta

«Volerai dall’uomo in questione,

e sarai per lui tutto ciò di cui ha bisogno per quel mese

Comunque,

Se vai a letto con loro,

è solo perché ne hai voglia,

ma quando vedrai alcuni degli uomini che ho sulla lista d’attesa ti verrà una gran voglia di farlo,

» Sorrise e si alzò

Girò intorno alla scrivania di vetro,

si sedette e accese il computer,

Mi sentivo incollata alla poltrona,

Pensieri su come diavolo avrei potuto fare quel lavoro volteggiavano come

sadici avvoltoi nella mia mente,

inseguendo e beccando i miei principi morali uno dopo l’altro,

come se fossero prede in attesa di essere catturate

«Va bene» mi sentii sussurrare

«Certo che va bene

» Mi guardò da sopra lo schermo,

«Non hai altra scelta se vuoi salvare tuo padre

» Il giorno dopo l’attività fu febbrile

Mi sembrava di essere il personaggio di Sandra Bullock in Miss Detective

Mi punzecchiarono,

depilarono fino a ridurmi quasi in fin di vita

Mi sembrava di essere un puntaspilli umano e finii quasi per schiaffeggiare la consulente di bellezza che Millie aveva ingaggiato per “sistemarmi”

Parole sue,

Non potevo negare l’efficacia del trattamento

Quando mi guardai allo specchio,

I miei lunghi capelli neri erano più lucenti che mai e cadevano sulle spalle e sulla schiena in onde perfette

Nei punti in cui la luce toccava la pelle,

La normale abbronzatura a cui avevo lavorato per settimane al sole della California adesso brillava come miele di prima qualità,

mettendo in risalto i miei lineamenti

Indossavo un vestito color lavanda,

che sottolineava ogni curva dando l’effetto desiderato

Sexy e raffinata

Quando il fotografo mi fece accomodare su una fredda panca di marmo bianco,

Mi fece girare di qua e di là e presto imparai l’arte di fare un broncio affascinante e fissare il vuoto senza tradire alcuna emozione

Era così che dovevo essere,

Conclusa la seduta,

rientrai nei miei vestiti di tutti i giorni,

che consistevano in un paio di jeans e una maglietta attillata,

e tornai nell’ufficio di Millie,

Ms Milan

«Bambolina,

! Ho sempre detto che come modella saresti stata perfetta

» Batté sulla tastiera del computer e io mi misi alle sue spalle per guardare quello che stava

Rimasi senza fiato quando osservai la mia immagine catturata dal fotografo

«Incredibile

» Per un attimo non seppi cos’altro dire

«Non posso credere di essere io

» Scossi la testa mentre le immagini venivano caricate,

sul sito della Exquisite Escorts

Se non avessi saputo per certo di essere io,

Un sorriso indolente apparve sulle labbra di mia zia

«Sei bellissima

» Il suo sguardo luminoso intercettò il mio

«Assomigli proprio a…» «Lasciamo perdere

» Mi appoggiai alla scrivania

Non volevo sentire quanto,

«E adesso

?» chiesi,

incrociando le braccia e provando uno strano desiderio di proteggermi da qualsiasi cosa stesse per arrivare

Lei si rilassò contro lo schienale della poltroncina di pelle nera,

«Vuoi vedere il tuo primo cliente

?» Un brivido di paura mi percorse la schiena,

ma raddrizzai le spalle e le rivolsi uno sguardo vacuo

«Certo

» Millie fece una risatina,

poi digitò qualcosa nel browser e tirò fuori l’immagine di uno degli uomini più mortalmente belli che avessi mai visto

Niente poteva distrarre dall’aspetto mozzafiato di quel tipo

Persino in uno scatto chiaramente professionale i suoi capelli biondo scuro,

i suoi occhi verdi e gli zigomi scolpiti erano da capogiro

Aveva una chioma lunga,

in quel taglio apparentemente disordinato,

ma in realtà perfettamente studiato,

Qualcosa non quadrava

Quell’uomo non poteva avere più di trent’anni

E non era certo il tipo che aveva bisogno di pagare una ragazza perché uscisse con lui

Sembrava uno di quegli uomini per cui le donne perdono la testa

«Non capisco

Perché dovrebbe…» indicai l’uomo sorridente nella foto «… aver bisogno di una ragazza

?» Mia zia raccolse le mani in grembo e sorrise

«Lui ha scelto te

» Immagino di aver fatto un’espressione confusa,

a continuare: «Ho mandato io stessa i primi scatti di prova a lui e a sua madre

Lavoro parecchio con sua madre

Comunque,

Non vive lontano da qui,

ma dovrai stare da lui per i prossimi ventiquattro giorni»

Scattai all’indietro come se fossi stata colpita da una palla da baseball

«Ventiquattro giorni

? Come diavolo farò a prendere lavori o presentarmi alle audizioni

?» La mia carriera di attrice non andava esattamente a gonfie vele,

ma avevo uno straccio di agente che ogni tanto mi procurava qualche ingaggio

E c’era il ristorante in cui lavoravo la sera

Millie mi guardò come se mi fosse spuntata una seconda testa

Strinse le labbra e storse il naso in modo poco seducente

lascerai tutti gli altri lavori per almeno un anno

Adesso sei una dipendente della Exquisite Escorts

I tuoi incarichi andranno da uno a ventiquattro giorni,

a seconda delle esigenze del cliente

Dato che hai bisogno di fare molti soldi in poco tempo,

devi prendere i lavori più grossi

Dopo i ventiquattro giorni,

avrai quel che resta del mese per stare a casa a rilassarti,

recuperare e fare i necessari ritocchi cosmetici

All’inizio di ogni mese,

ti verrà assegnato un nuovo cliente

» «Non ci posso credere

!» Mi misi a camminare avanti e indietro

Di colpo mi sentivo un animale in gabbia,

Avevo appena capito che la mia vita per come la conoscevo era finita

Non sarei più uscita normalmente con i ragazzi,

Niente più audizioni,

e la mia carriera di attrice agli esordi sarebbe diventata un lontano ricordo

Inoltre avrei avuto poco tempo,

Maddy o Ginelle

«Credici,

Non è uno scherzo

Quello che hanno fatto tuo padre e il tuo ex ti ha portato a questo

Sei fortunata che io ti abbia trovato un posto

Non essere ingrata

Ora siediti e taci

!» La sua voce era completamente priva del solito calore e si era trasformata nel

tono freddo e formale di una risoluta donna d’affari

«Scusami

» Stava cercando di aiutarmi,

ma era tutto così… improvviso

Così incredibile

Mi accasciai sulla poltrona di fronte alla sua scrivania e mi presi la testa tra le mani

Scuoterla più volte non cambiò le cose

Ormai ero una ragazza in affitto

Ogni mese mi avrebbero assegnato un uomo diverso,

e se fossi andata a letto con uno di loro avrei guadagnato il venti per cento in più

Scossi di nuovo la testa e scoppiai a ridere

Una di quelle risate che dimostrano che sei matta da legare

Mi abbandonai contro la pelle fredda della poltrona e guardai il soffitto

Dopo un attimo,

una spaventosa determinazione si impadronì di me

Era quello che dovevo fare

Avrei lasciato che un ragazzo molto sexy mi portasse a noiose cene d’affari o qualsiasi altra cosa avesse in mente

Non sarei stata obbligata ad andare a letto con lui e,

non mi sarei mai e poi mai innamorata

Un mese non era abbastanza per perdere la testa come mi era capitato in passato

Chi diceva che dovevo rinunciare alla mia carriera di attrice

? C’era forse un modo migliore per perfezionare le mie doti di recitazione che essere quello che quegli uomini avrebbero voluto che fossi

e mio padre sarebbe stato al sicuro

Se avessi convinto Blaine ad accettare le rate mensili,

Con un respiro profondo,

mi alzai e tesi la mano a mia zia

Il suo sorriso era crudele,

Era bravissima nel suo lavoro

«D’accordo,

Ms Milan

» Misi l’accento sul suo nome falso,

«A quanto pare,

sono la sua nuova ragazza calendario

Weston Charles Channing III

Fissai il nome chiedendomi perché mai una persona volesse aggiungerci un numero romano

Scommettevo che era un presuntuoso ragazzo ricco con una madre che non voleva essere messa in imbarazzo dalle svergognate di Hollywood che lui portava agli eventi chic

O perlomeno,

quella era l’unica ragione per cui un uomo così splendido poteva avere bisogno di una escort

Sfogliando le pagine,

arrivai alla lista di regole che “Ms Milan” mi aveva mandato a casa la sera prima

Presentati sempre al meglio

Non lasciare mai che il cliente ti trovi impreparata

Devi sempre essere truccata,

lo smalto fresco e i vestiti in ordine

Il cliente ti fornirà un guardaroba di sua scelta

La tua taglia e i tuoi gusti sono stati comunicati alla sua personal shopper

Alzai gli occhi al cielo e lanciai uno sguardo nostalgico alla pila di jeans nell’armadio

Una personal shopper

quella gente non sapeva proprio che farsene dei soldi

Cosa ci voleva a scegliersi i vestiti da soli

? La mia taglia era stata comunicata

Adesso si sapeva che avevo bisogno di perdere qualche chiletto

Essere alta un metro e settantacinque mi dava il vantaggio di apparire più magra di quanto fossi,

ma sapevo che mia zia preferiva che le sue ragazze portassero la taglia extrasmall

Mentre io ero una prosperosa 42,

Probabilmente nel mondo della moda sarei stata considerata sovrappeso

” Lo ricordai a me stessa mentre riempivo uno zainetto di cose essenziali

Crema per il corpo,

un sacchetto con i miei gioielli preferiti

Non c’era niente di valore,

ma erano miei e io avevo bisogno di essere me,

Presi anche un diario nuovo di zecca e la mia carta da lettere personalizzata

Dato che sarebbe stata un’esperienza di un anno,

potevo almeno cercare di imparare qualcosa

Caspita,

magari un giorno avrei addirittura potuto scriverci la sceneggiatura di un film

Gettai lo zainetto sulla poltrona imbottita del monolocale che affittavo per due soldi ed esaminai il resto della lista

Sorridi sempre

Non devi mai sembrare arrabbiata,

o in qualche modo emotivamente scossa

Gli uomini non ingaggiano escort per affrontare i loro problemi psicologici,

ma proprio per non essere costretti a farlo

Impassibile

Su quello ero ormai determinata

Mi ero fatta un bel discorsetto dopo aver incontrato Millie e aver accettato il lavoro

Non parlare se non sei interpellata

Devi essere gentile e brillante quando ti viene richiesto

Discuti delle esigenze del cliente prima di qualsiasi evento sociale o professionale in modo che possiate accordarvi sul tuo ruolo

Ma stiamo scherzando

È facile

Sii sempre disponibile

Se il cliente vuole stare in casa,

Sii rispettosa,

Se cerca compagnia,

offrirsi di coccolarlo è accettabile

Il sesso non è richiesto

Vuole che coccoli il cliente quando lui ha voglia di scopare

? Scoppiai in una risata fragorosa

Sarebbe stata una transizione interessante

?” La risata mi morì sulle labbra mentre continuavo a leggere

Il sesso con i clienti non è incluso nel contratto

Se scegli di offrire prestazioni sessuali,

è una tua scelta e la Exquisite Escorts non si assume

Esigiamo,

che tutte le nostre escort adottino un metodo anticoncezionale e possano provarlo in qualsiasi momento

È possibile che venga richiesto un esame del sangue

E questa come le è venuta

! Chi mai vorrebbe farsi mettere incinta da un uomo che ha appena incontrato e che non ama

Uomo ricco,

Un cocktail mortale

io non sono una donna di quel tipo

Una volta che mio padre sarà salvo e il suo debito ripagato,

Qualunque essa sia

Guardando l’orologio,

mi resi conto che era ora di andare

Millie avrebbe voluto che mi servissi di una delle sue limousine,

ma io le avevo detto che preferivo andare da sola a incontrare il cliente

Era la mia unica condizione

Se questa prima volta fosse andata bene,

sarei stata più che disponibile a farmi venire a prendere dai suoi clienti

Per il momento ero diffidente e preferivo prendere la moto,

anche se le avevo promesso che avrei preso un taxi

Tanto non l’avrebbe mai scoperto

Infilai i miei jeans neri più sexy e un top di rete nera,

aggiunsi il mio giubbotto di pelle attillato e un paio di stivali di camoscio alti fino al ginocchio

Sapevo che Millie mi avrebbe uccisa se avesse visto quel look,

ma avevo bisogno del fattore sorpresa per valutare questo Weston Charles Channing terzo,

prima di accettare di buon grado di essere la sua compagna nelle prossime quattro settimane

Finalmente arrivò il messaggio

Veniva da un numero sconosciuto

A: Mia Saunders Da: numero sconosciuto Non vedo l’ora di incontrarti

El Matador Beach

Trova la scala di cemento che scende alla spiaggia

A presto

Criptico

Vuole che ci incontriamo in spiaggia alle otto del

? Mentre prendevo l’iPhone per chiedere indicazioni a Siri,

La voce computerizzata individuò la spiaggia e mi mostrò che si trovava una decina di chilometri a nordovest di Malibu

Doveva essere vicina a casa sua perché dal mio monolocale nel centro di Los Angeles era un’ora buona in moto

Il mio appartamento non era un granché,

pochi metri quadri in cui il futon che avevo comprato per cinquanta bigliettoni a un mercatino dell’usato mi faceva da letto e divano insieme,

ma era il massimo che potevo permettermi

Guardandomi intorno,

capii che l’avevo reso più accogliente che potevo

Le pareti erano di un beige chiaro,

Era il primo posto che avevo potuto considerare mio

Ed ecco che dovevo lasciarlo

Presi la bottiglia d’acqua sul bancone della cucina e versai quel che ne restava nella solitaria pianta di bambù che stava sul minuscolo ripiano

Era un patetico tentativo di cimentarmi con il giardinaggio,

Speravo che sarebbe sopravvissuta

Mentre uscivo,

zainetto in spalla e casco in mano,

mi resi conto di quanto avevamo in comune,

Speravo di sopravvivere anch’io a quell’assenza

Suzi frenò sbandando sulla ghiaia prima di colpire il guardrail che finiva a un passo dalla scogliera

La scala di cemento che avevo cercato in lungo e in largo era chiaramente visibile da lì

Quella parte della spiaggia era piccola e sembrava appartata

Nel parcheggio c’era soltanto una Jeep in quel fresco lunedì mattina

Probabilmente perché le persone normali erano al lavoro in quell’ora di un giorno feriale

Non sapevo cosa pensare di un simile luogo d’incontro,

ma nel complesso non mi dispiaceva

La vista era incredibile,

Le onde blu si frangevano sulla riva in bianche nuvole che esplodevano in mille schizzi

In realtà era una delle poche volte che vedevo il mare da quando mi ero trasferita lì sei mesi prima

Buona parte del tempo l’avevo passato a

cercare di sfondare nel mondo del cinema

Lo scenario non importava: mi bastava lasciarmi alle spalle il deserto

L’oceano mi ricordava,

e questo lo rendeva in qualche modo consolante

Una figura solitaria faceva surf al largo

La osservai prendere le onde con professionalità,

inclinando la lunga tavola gialla in modo da accordarsi con esse

Scrutai la spiaggia ma non vidi nessun altro

Non c’erano altri veicoli nel parcheggio a parte quella Jeep e la mia moto

Forse lui non era ancora arrivato

? Guardai per qualche istante ancora il surfista mentre cavalcava un’onda fino al bordo della spiaggia

Saltò giù come se la tavola lo avesse comodamente portato a riva

Doveva fare surf da anni per avere un tale equilibrio e una tale forza

Forse dava persino lezioni su quella spiaggia,

anche se non vedevo edifici di nessun tipo,

solo una spoglia distesa di sabbia

L’uomo si scrollò i capelli e staccò la cinghia che legava la tavola alla sua caviglia

Da quella distanza,

non riuscivo a distinguere i suoi lineamenti

Come muovendosi al rallentatore,

puntò lo sguardo nella mia direzione

Non poteva riconoscermi perché indossavo ancora il casco

Sollevai il visore per guardare meglio e lo vidi abbassarsi la zip della muta,

rivelando un’impressionante quantità di muscoli bagnati,

Si sfilò le maniche e si tirò giù la tuta aderente fino alla vita,

poi sollevò la tavola con un braccio e risalì la spiaggia a passo veloce

Inebetita,

lo guardai muoversi nel paesaggio

Era uno spettacolo

Con lui l’espressione “mangiare con gli occhi” acquistava tutto un altro valore

Continuò ad avvicinarsi,

e a ogni passo i suoi pettorali e addominali tonici diventavano più visibili

La sensuale porzione di pelle che affondava nella muta formando una deliziosa V era punteggiata di sabbia e acqua di mare,

inducendomi a domandarmi che gusto avesse

Un misto di salsedine e del suo sapore naturale

Mentre lui saliva le scale che portavano al parcheggio,

Iniziarono a pulsarmi le orecchie e il rumore dell’oceano pareva creare un rombo frastornante dentro lo spazio angusto del casco

Era come quando si è dentro un’auto con tutti i finestrini chiusi e ne viene aperto uno

Si è subito travolti da un suono deformato che colpisce l’orecchio come qualcosa di fisico

Lentamente,

mi sfilai il casco e scossi la testa lasciando che i capelli mi cadessero sulle spalle,

Feci un respiro profondo quando l’uomo che stavo aspettando si fermò in cima alle scale e mi fissò

Il suo sguardo era… intenso,

L’acqua gli gocciolava dai capelli sulle spalle e lungo il petto divinamente scolpito

Mi squadrò dal basso fino a incontrare il mio sguardo

«Che piacevole sorpresa» sorrise

«Davvero

» Mi passai la lingua sulla bocca improvvisamente secca e mi morsi il labbro inferiore

Lui si avvicinò con grazia alla Jeep Wrangler grigia 4×4

Non era un’auto costosa

Aveva il tettuccio aperto,

spiegava come facesse il suo proprietario a mettere quella gigantesca tavola da surf nella parte posteriore senza problemi

Possibile che fosse così leggera

ma a giudicare da come la maneggiava sembrava senza peso

I muscoli delle sue braccia guizzarono,

facendomi correre un brivido di eccitazione in tutto il corpo

«Sei Mia

?» chiese,

mentre scendevo dalla moto e mi avvicinavo a lui,

facendo ondeggiare i fianchi più del solito

Lui tradì un lampo di apprezzamento,

E tu sei Weston Charles Channing III

?» Alzai tre dita e mi misi l’altra mano sul fianco

Lui fece una risatina e si appoggiò alla Jeep offrendomi una visione ancora migliore del suo petto nudo

Caspita,

I suoi occhi verdi incontrarono i miei

«Terzo» ripeté,

per gli amici» aggiunse con nonchalance

«E io sono tua amica

?» chiesi,

«Lo spero bene,

Miss Mia

» Mi fece l’occhiolino poi si girò e si mise a rovistare nel retro della Jeep

Tirò fuori una maglietta bianca e se la infilò,

coprendo il suo corpo magnifico

Quasi lo ringraziai per quel diversivo

A quel punto,

la Barbie inebetita uscì di scena e fece il suo ingresso l’intelligente Mia

«Sei pronta per andare

?» «I soldi sono tuoi,

decidi tu quando e dove» dissi

Wes si passò la lingua sulle labbra,

mi squadrò un’altra volta e scosse la testa con un sorriso

«Ti offrirei un passaggio,

ma vedo che non ne hai bisogno

» «Già

Ti seguo

» Quando arrivammo alla sua casa di Malibu,

la mia libido era sotto controllo anche se pensavo che non ci sarebbe voluto molto a mandarmi di nuovo in tilt

Il cancello d’ingresso si aprì e io seguii Wes lungo un vialetto stretto e sinuoso finché non si fermò davanti a una costruzione simile a quelle che si vedono in montagna: non era una vera baita di tronchi,

ma era fatta di pietra e legno

Circondata da piante frondose,

sembrava annidata in un giardino segreto

Mi tolsi il casco e lo seguii sugli scalini di pietra con il mio zainetto

La porta non era chiusa a chiave

Pensai che se uno viveva a Malibu e aveva una proprietà provvista di una recinzione e di un alto cancello non doveva preoccuparsi troppo della sicurezza

Forse da qualche parte c’era un servizio di vigilanza

Entrammo in un’enorme stanza con il soffitto di travi scure

Un parquet di caldo legno di ciliegio costituiva il pavimento di quell’ambiente sontuoso,

coperto qua e là da tappeti dai rustici colori scuri

i divani bordeaux avevano un’aria morbida e vaporosa che invitava a buttarcisi sopra

Il locale era arioso e pieno di luce,

grazie alle finestre tutt’intorno

L’impianto audio e tivù occupava un’intera,

C’erano mensole e scaffali pieni di libri e

di DVD e arazzi dai colori sgargianti rivestivano i muri

Ovunque,

Non era la casa che mi aspettavo da un uomo sui trent’anni

Mi ripromisi di scoprire l’età di Wes e quel che faceva nella vita

Bisognava essere piuttosto intelligenti e ricchi per avere una dimora del genere

«È un posto incredibile» dissi

Mi avvicinai a una portafinestra aperta e uscii su un balcone di legno con la ringhiera di ferro battuto,

affacciato su un paesaggio di montagne e scorci infiniti

Vivere nel centro di Los Angeles non mi dava molte occasioni di apprezzare tanto la California meridionale

Wes sorrise e mi prese per mano

La sua era calda e morbida

Accogliente

«Vieni,

ti faccio vedere cosa mi ha attratto di questo posto

» Insieme percorremmo il balcone che circondava la casa

Quando infine raggiungemmo il lato opposto,

«Oddio» mormorai,

Wes mi strinse la mano,

e una scarica elettrica mi attraversò il corpo

Davanti a me c’era l’oceano Pacifico,

Lui si chinò e mi sussurrò nell’orecchio,

indicando una zona sabbiosa protetta dalle rocce

«Quella è El Matador Beach» disse,

abbastanza vicino da farmi sentire il suo respiro sulla guancia

Da lì si riusciva quasi a vedere il punto in cui poco prima faceva surf

«È…» Mi mancarono le parole

«Straordinario

Lo so» disse,

Sembrava meravigliato lui per primo da quel panorama,

Un uomo che viveva lì,

che vedeva quello splendore ogni giorno e ne era ancora ammaliato

In quel momento mi resi conto che forse ero stata affrettata nel pensare che fosse un giovane viziato e immaturo

I suoi occhi lasciavano intuire una profondità che andava molto oltre la sua età

Sempre tenendomi per mano,

«Ti faccio vedere la tua camera

» Lo seguii dentro la casa,

che constava di diverse centinaia di metri quadri

Oltrepassammo una serie di stanze senza che avessi

Mi sembrò strano che continuasse a tenermi per mano,

ma non dissi niente per paura che mi lasciasse

Era una bella sensazione essere stretta da quella mano grande e calda

Mi faceva sentire al sicuro,

Quando arrivammo davanti a una porta a due battenti,

mi lasciò la mano per aprirla

«Questa sarà casa tua per i prossimi ventiquattro giorni» disse con un sorriso

La stanza era un trionfo di bianco: i mobili,

persino i quadri erano in varie tonalità candide,

con appena qualche tocco di colore

Un netto contrasto con le tinte forti del soggiorno

Senza rendermene conto,

«Non ti piace

?» Lasciò cadere le braccia lungo i fianchi

Poi andò ad aprire un’altra porta,

rivelando un’impressionante quantità di vestiti,

in un’infinita gamma di colori,

Adesso sì che si ragionava

La cabina armadio era tanto grande che ci si poteva camminare dentro

Passai le dita sui vestiti appesi,

tutti con le etichette del prezzo ancora attaccate

«È bellissimo,

Allora,

perché non mi spieghi cosa ci faccio qui

?» chiesi,

uscendo dalla cabina armadio e sedendomi sul letto

Wes era alto più di un metro e ottanta e possente,

Aveva il fisico di un forte nuotatore che passa un sacco di tempo a sollevare pesi in palestra

Fece un profondo respiro e,

dopo essersi seduto in poltrona,

mise un gomito sul bracciolo e appoggiò il mento sulla mano

«Mia madre» disse,

come se quello spiegasse tutti i segreti dell’universo

Io lo guardai senza capire,

«Nelle prossime settimane devo partecipare ad alcuni eventi a titolo professionale e personale

Avere una donna al mio fianco aiuterà a tenere a distanza le cacciatrici di dote e le ragazze dell’alta società che spesso fanno a gara per aggiudicarsi la mia attenzione,

impedendomi di tessere la rete di contatti di cui ho bisogno

«Quindi ti serve qualcuno che tenga lontani gli avvoltoi

?» ridacchiai

Accavallai le gambe e mi tolsi prima uno stivale,

Wes annuì e mi guardò sbalordito,

mentre tendevo e facevo ruotare i piedi

Mi resi conto che si teneva una mano sulla bocca,

cercando di soffocare una risata

Sotto gli stivali indossavo calzettoni natalizi

Alti fino al ginocchio,

erano la prova che avevo appena commesso un suicidio in fatto di look

Per non dire che,

con quelle calze così brutte,

avevo sicuramente violato una delle regole di Millie

Mi morsi un labbro e lanciai un’occhiata a Wes,

ma lui continuava a sorridere come un gatto che ha appena mangiato il canarino

Lo guardai esasperata e sbuffai: «Mi sono vestita al buio»

«Si vede» rise lui

«A me sembrano graziose

» «Graziose

» Gli lanciai un’occhiata fulminante

«Pensi che io sia graziosa

L’hai detto tu stesso: resterò qui per i prossimi ventiquattro giorni

Non puoi tirarti indietro

!» Mi alzai e mi misi le mani sui fianchi

Lui accavallò i piedi scalzi

non avevo ancora notato i suoi piedi

Erano lunghi,

con un po’ di sabbia appiccicata sull’arco plantare

La libido che avevo tenuto a freno fece capolino e osservò con molta attenzione i più minuti dettagli dell’uomo che mi stava di fronte

Non era giusto

Persino i suoi piedi erano sexy

«Rilassati,

Miss Mia

Ho detto che le tue calze sono graziose,

Ritengo che tu sia una delle donne più strepitosamente belle su cui abbia mai avuto il piacere di posare gli occhi

Non vedo l’ora di vederti nuda

» Le sue labbra si piegarono in un sorriso sensuale,

e i suoi occhi mandarono scintille

Inspirai lentamente e lo guardai alzarsi

I nostri sguardi si incrociarono e,

mentre eravamo intenti a esaminare le reciproche sfumature,

mi sembrò che passasse un’eternità

contenta che tu mi consideri abbastanza graziosa per stare qui

Come ho detto,

mi hai prenotato per un mese e… Un attimo…» Di colpo,

il mio cervello registrò una cosa che lui aveva detto

«Scusa

? Non vedi l’ora di vedermi nuda

?» Le parole mi uscirono dalle labbra in un groviglio incomprensibile

«Non è incluso nel contratto…» «Oh,

so bene cosa include e non include il contratto» disse Wes,

Mi fece scivolare una mano sulla vita e mi attirò contro il suo corpo

L’enorme erezione che premeva contro il mio ventre mi tolse il fiato

Mi osservò il viso e si avvicinò ancora,

tanto che sentivo il suo respiro contro le labbra calde

«Se riuscirò a vederti nuda,

» La sua bocca si posò sulla pelle dietro il mio orecchio e vi lasciò un dolcissimo,

Io rimasi immobile,

sentendo il piacere irradiarsi ovunque,

ogni nervo in spasmodica attesa del suo successivo tocco

Quando mi sfiorò con il mento non rasato,

un brivido mi percorse la schiena e un’ondata di calore si scatenò tra le mie cosce

«Ti toglierai i vestiti quando sarai pronta

Non dovrò nemmeno chiedertelo» mormorò,

prima di darmi un piccolo bacio sull’angolo della bocca

Arretrò,

un vortice di passione repressa negli occhi verdi

«Devo lavorare un po’ nel mio studio

Sentiti libera di dare un’occhiata in giro,

Ho bisogno che tu sia pronta in abito da cocktail alle cinque in punto

Dobbiamo partecipare a una cena d’affari

dopo avermi dato una strizzata sui fianchi,

La mia pelle pulsava ancora del suo tocco

«Merda» dissi

Mi girava la testa per avere trattenuto a lungo il respiro

Quando le sue labbra si erano posate dietro il mio orecchio,

avevo perso la capacità di respirare

«Sono nei guai

La piscina era riscaldata e tonificante

Usai il tempo che avevo a disposizione per perfezionare la mia abbronzatura e fare un po’ di vasche per tenermi in forma

Weston,

come gli piaceva essere chiamato,

Lo immaginavo dietro una delle tante porte chiuse che avevo oltrepassato per andare nel patio

Mentre uscivo grondante dalla piscina,

una donna piccola di statura e piuttosto rotondetta,

con indosso un paio di pantaloni cachi e un maglione,

Feci per prendere un asciugamano,

Lei sorrise e si avvicinò a un cesto nell’angolo vicino alla porta,

sollevò il coperchio e tirò fuori un enorme telo da mare colorato

«Tenga,

cara» disse con accento britannico,

I suoi capelli sale e pepe e i dolci occhi marroni mi facevano pensare a una versione più anziana di Mary Poppins

«Salve,

» Mi avvolsi nella salvietta nascondendo il minuscolo bikini rosso che avevo trovato nel guardaroba

Ce n’erano molti,

per cui ne avevo preso uno a caso

Mary Poppins sorrise e mi porse la piccola mano

«Ms Croft

Tengo in ordine la casa,

preparo i pasti per Mr Channing,

faccio il bucato e tutto il resto

» Annuii,

mi tamponai i capelli e li raccolsi in una coda

«Volevo portarle uno spuntino,

presentarmi e dirle che se ha bisogno di qualcosa non deve fare altro che chiamarmi premendo il tasto PERSONALE sull’interfono montato in ogni

» Indicò un pannello sulla parete

«Farò in modo di fornirle ogni giorno il programma delle attività sue e di Mr Channing,

Vuole che glielo faccia scivolare sotto la porta al mattino

?» Mi strinsi nelle spalle

Come lei,

solo che il mio compito era essere carina e tenere lontane le ragazze ricche

A ciascuno la sua croce

«Come preferisce

Sono accomodante

» Ms Croft mi squadrò da capo a piedi e poi piegò la testa di lato

Un sorriso si dipinse sulle sue labbra esili

«Ho l’impressione che lei sia tutto meno che accomodante,

» Mi strizzò l’occhio

«Penso che ci sarà da divertirsi» disse,

prima di girare sui tacchi e tornare da dov’era venuta

Chissà cosa intendeva

Mentre osservavo per l’ennesima volta il panorama mozzafiato,

pensai: “Questi sono soldi facili

Un ragazzo bello da morire,

un appartamento da sballo con vista e un sacco di vestiti nuovi”

Per il momento,

Dalla porta aperta del patio,

vidi un orologio appeso in cucina e calcolai che avevo un’ora e mezzo prima che il Surfista Sexy e Ricco avesse bisogno della sua nuova “compagna” per il mio primo giorno di lavoro

Decisi che l’avrei sbalordito,

anche senza le calze natalizie

Mr Channing arrivò alla mia porta,

bussò con energia e poi entrò senza aspettare una risposta

“Prendere nota: non vestirti all’aperto,

o rischi di dare spettacolo davanti al Signore del Castello

” Anche se qualcosa mi diceva che non gli sarebbe affatto dispiaciuto,

a giudicare dal modo in cui i suoi occhi mi squadrarono da capo a piedi,

La vista non era male nemmeno dalla mia parte

Era elegantissimo nel suo abito nero di alta sartoria

Portava una camicia inamidata con il colletto aperto che lasciava scoperta una sensuale porzione del suo collo virile

Mi mostrò tre

cravatte mentre contemplava la mia mise

Io indossavo un abito da cocktail color melanzana,

con collo alto bordato di perline,

vertiginosa apertura centrale e una linea morbida e seducente sui fianchi

Non avevo mai indossato niente di così sexy,

Mi sentivo Elizabeth Taylor in una delle sue pubblicità dei diamanti

Il vestito si fermava pudicamente al ginocchio e,

anche se ero un po’ abbondante di seno – quell’abito era aperto sulla schiena e dunque non permetteva di portare il reggiseno –,

mi teneva su le tette con eleganza,

per la prima volta da tanto tempo

«Wow» fu tutto ciò che disse Wes,

con un’espressione ammirata sul volto splendido

Mi mostrò le tre cravatte

«Quale scelgo

?» disse,

Sorrisi

Amavo riuscire a sorprendere

Potevo essere una stronza motociclista,

Le cravatte erano belle,

e una si intonava meglio delle altre con il mio vestito,

ma invece di suggerirgli la scelta gli alzai il colletto della camicia e poi lo appiattii sul bavero della giacca

«Mi piaci senza cravatta

Sei sexy

» Non c’era ragione di non essere onesti: era davvero sexy

Wes piegò la bocca in un sorriso molto erotico e io mi morsi il labbro,

sentendo gli slip di pizzo bagnarsi

se non la piantava gli sarei saltata addosso

Come mi aveva ricordato Ginelle con tanta brutalità quella mattina,

erano mesi che non battevo chiodo

Dopo Blaine ne avevo avuto abbastanza degli uomini e avevo passato intere settimane a dirmi che potevo vivere come una suora,

a patto di avere sottomano un vibratore e tanto impasto per biscotti

Trovandomi di fronte a quell’uomo,

non ero più sicura che l’astinenza fosse una decisione saggia

In quel preciso momento,

ero pronta a tuffarmi tra le braccia del Surfista Sexy

«Mia madre non sarà contenta» mormorò,

prima di afferrarmi il polso e attirarmi a sé

Barcollai sui tacchi vertiginosi che la sua personal shopper aveva comprato e gli franai addosso

Le mie mani atterrarono sulla dura parete di muscoli che si sentiva anche sotto la giacca e la camicia

Wes abbassò lo sguardo su di me,

«Fai sempre quello che ti dice la mamma

?» lo provocai

Lui scoppiò a ridere e i suoi occhi assunsero una splendida sfumatura intensa

Mi resi conto che avrei potuto perdermi in quello sguardo per giorni e sentire di aver vinto un premio

Quando è necessario,

mi piace fare il bravo bambino

» Si chinò su di me e mi annusò il collo

«Accidenti,

sai di sole e di brezza estiva» disse,

sfiorandomi il mento con le labbra

Un brivido di eccitazione mi percorse il corpo

«E sei uno schianto

» Mi baciò ancora una volta su un angolo della bocca

Niente contatto tra labbra

Mi lasciai quasi sfuggire un gemito di disappunto,

ma capivo che faceva parte del gioco,

e lui era bravissimo a condurlo

A quanto pareva,

l’arte della seduzione era una cosa che lo divertiva e,

in quel momento della mia vita,

«È meglio che andiamo» disse Wes

Sorrise,

mi prese per mano e mi portò fuori dalla stanza

Afferrai rapidamente la pochette abbinata al vestito,

dove avevo infilato il telefono,

Quando arrivammo alla porta,

Ms Croft era lì

Teneva in mano alcuni fazzoletti da taschino

Guardò il mio vestito,

prese quello appropriato e lo infilò con cura nella giacca di Wes

«Ecco qui

» Gli lisciò il bavero

«Sei perfetto,

» I suoi occhi splendevano come se stesse preparando suo figlio per il ballo del diploma

Che strano

Non dissi niente

Lui le affidò le cravatte che teneva ancora in mano

«Grazie,

» Si chinò a baciarle la guancia grinzosa

Poi mi lanciò un’occhiata e si girò di nuovo verso la sua cameriera-barra-

non avevo capito bene cosa fosse

«Il vestito è perfetto

» La ringraziò e mi portò fuori,

verso la limous

Calendar Girl. Luglio - Agosto - Settembre - Audrey Carlan

METRO JUIN PRINCIPAL LV1 - pedagogieac-nicefr

calendargirlitalia press Donna moderna Calendar pdf libreria Il 5 luglio è la volta del secondo (aprile, maggio, giugno) Il 30 agosto esce il terzo capitolo (luglio, agosto, settembre) Il gran finale sarà il 20 settembre (ottobre, novembre, dicembre) Una saga in 4 puntate Audrey

Calendar Girl. Ottobre - Novembre - Dicemb - Audrey Carlan

narrativa adulti - Comune di San Paolo d'Argon

PDF Scaricare Calendar Girl Ottobre Novembre Dicembre Audrey ebookfree nhely hu calendar girl ottobre novembre dicembre 1140376084 pdf PDF Fenomeno CALENDAR GIRL calendargirlitalia press Donna moderna Calendar pdf PDF Calendar girl Ottobre, novembre, dicembre

CALENDARIO MINSA

NORMA TÉCNICA PARA LA VACUNACIÓN SEGÚN EL PROGRAMA AMPLIADO

minsa gob pa sites default files general calendario CALENDARIO DE ACTIVIDADES DE LA COMISIÓN NACIONAL DE DOCENCIA DE MÉDICOS RESIDENTES E INTERNOS 2019 ACTIVIDAD Examen de Certificación Convocatoria de Conocimientos Generales Examen de Conocimientos Generales recepción de documentos en Recursos Humanos del MINSA y CSS y Cierre de inscripción

Calendarul Popular Al Romanilor

Calendar cult februarie - culturamaigovro

scoalacurtisoara files wordpress 2012 05 8 pdf tradiþia româneascã, în calendarul popular al românilor existând ºi o altã zi lãsatã din moºi strãmoºi pentru marcarea dragostei Dragobetele Motivul pentru care pe 14 februarie sãrbãtorim iubirea, este pentru cã aceasta este ziua în care

Calendrier Kamasutra 2005

Toulouse >> théâtre de la digue - Atelier d'architecture King Kong

PDF Calendrier 2005 Chevauxseo2 sproutworld calendrier 2005 chevaux pdf PDF Untitled Jacques Bockel planet chocolate img BOCKEL NOEL 2014 pdf PDF Kamasutra Kuche kopbil sewp kopbil se kamasutra kuche pdf PDF Calendrier Mural 2016 Coins De Paradis

Calendrier Marc Dorcel 2016

wwwdavid-huronnet

cancerkick Download Livre dor de la Formule Livre Dor De La Formule 1 2016 Are you trying to find Livre Dor De La Formule 1 2016? Then you definitely come to the correct place to get the Livre Dor De La Formule 1 2016 Read any ebook online

Calentador de Aceite Termico

EQUIPOS A PRESION calderas - issgaxuntagal

thermal cl docs articulos tecnicos arti culo Filtros deben ser ubicados en la succión de las bombas Calentador de Aceite Térmico El componente más importante y crítico de un sistema de aceite térmico es lógicamente el calentador Es sumamente importante la razón de flujo de calor, de

Calentadores de Agua - Haceb

CALENTADOR DE AGUA A GAS CON ACUMULACION MODELO SD-120

haceb Portals 0 Manuales Producto Importados Ca Title Portada Created Date 2 27 2015 10 46 44 AM tiendacelsia media 92 ManualU LAV M1605 dos entre apertura de puertas 10 Conexiones eléctricas flojas o sueltas, después de un mes de uso

Calentamiento en El Tiro Con Arco

curso práctico sobre la enseñanza del tiro con arco - Arcpardinyes

PDF calentamiento en el tiro con arco calentamiento Club de Tiro Con arco upv es club Calentamiento en el Tiro con Arco pdf PDF EJERCICIOS DE CALENTAMIENTO EN TIRO CON ARCO Los guadalajaraarcoclub archivo docs

Home back Next
<